il culto

68.jpgUn territorio con la sua storia, le sue tradizioni popolari, le leggende e la religiosità legata al culto della Madonna. Oggi la Madonna di Custonaci raccoglie l’identità di un popolo, testimonianze di fede e conversione. Il Santuario è da secoli meta di pellegrini, venuti ad omaggiare la Madonna arrivata dal mare… La legenda narra di una nave francese salpata da Alessandria d’Egitto con un carico di “stranie preziose derrate, e molto più di un tesoro imprezzabile, il simulacro della Madre di Dio ”.

Arrivata vicino la Sicilia fu colta da una tempesta e quando fu prossima al naufragio, l’equipaggio non potendo più nulla si affidò alla Vergine Maria con la promessa di erigere una cappella in suo onore, la tempesta cessò e la nave ormeggiò in una baia.

Quella baia era Cala Buguto oggi conosciuta come Baia Cornino, la baia di Custonaci (TP)
Nel 1500 iniziano i lavori per la costruzione del Santuario Maria SS di Custonaci che ancora oggi ospita fortemente il culto della Madonna.

Nel 2009 Custonaci viene eletta “Civitas Mariae” l’unica in Sicilia e una delle cinque presenti in Italia. Una città devota al culto della Madonna da centinaia di anni che con Stella Maris rinnova e conferma la sua devozione, aggiungendo un punto di culto affascinante per i devoti amanti della subacquea.

L’evento “Stella Maris” è diventato un elemento rafforzativo del culto della Madonna che arriva dal mare….
A protezione dei naviganti e soprattutto alle numerosissime vittime di mare.